Testimonianza di Alessandra da Dublino

0
437
Testimonianza di Alessandra da Dublino

Amici di Around the World, ecco una nuova testimonianza di vita all’estero da parte di una amica italiana che abbiamo conosciuto a Dublino in Irlanda. Questo post è dedicato a conoscere la testimonianza di Alessandra da Dublino che da circa 4 anni vive e lavora presso la capitale irlandese.



1) Ciao Alessandra parlaci un pò di te. (Lavoro e Passioni)

Ciao a tutti! Per quanto riguarda il lavoro ho sempre trovato molto interessanti discipline come Psicologia, Sociologia e Pedagogia e desideravo fare qualcosa di importante nella mia vita, lasciare un segno di me negli altri.

Così decisi di studiare in Italia come Educatore Professionale e ho preso poi la specialistica in Coordinatore dei Servizi Educativi. Adesso lavoro con bambini di due anni in un asilo nido (al mattino) e nel pomeriggio lavoro con due bambini disabili come educatrice.

Cerco di metterci molto impegno in ciò che faccio e vorrei aiutare tutti i “miei” bambini a tirare fuori tutto il loro potenziale. Il lavoro è delle volte molto duro … Richiede molto impegno mentale e anche fisico per ottenere certi risultati ma, devo dire, che quanto vedo i bambini con cui lavoro fare progressi, mi sento ripagata di ogni fatica.

Per quanto riguarda le passioni, mi piace molto leggere (In particolare thriller oppure libri di psicologia e crescita personale e letteratura per l’infanzia), mi piace la natura, gli animali e da poco ho anche iniziato a praticare yoga.

Alessandra Educatrice

2) Dove ti trovi al momento? Come sei finita a Dublino?

Al momento mi trovo in Irlanda, a Dublino. Sono finita qui quasi 4 anni fa. Mi ero già laureata alla triennale, ero in procinto di laurearmi alla specialistica e stavo cercando lavoro.

Non trovai nulla, così provai ad aprire una mia attività con alcune persone con cui avevo fatto alcuni corsi di formazione per lavorare in natura con bambini e animali. Purtroppo queste persone, alla fine, si tirarono indietro. Mi scoraggiai e decisi di partire.

Volevo comunque stare in Europa, ma di certo non mi sarei mai messa a studiare tedesco e non ho mai nemmeno avuto una particolare attrazione per l’Inghilterra e così, senza sapere nemmeno una parola di inglese, scelsi l’Irlanda e, grazie ad alcuni contatti di mia madre (insegnante di inglese) finii a studiare inglese in una scuola qui a Dublino e il pomeriggio facevo la baby sitter per una famiglia irlandese.

Dopo circa un anno, ho iniziato a lavorare negli asili nido qui in Irlanda.



3) Dublino / Irlanda dal punto di vista lavorativo e di vita reale

Dal punto di vista lavorativo ci sono sicuramente molte possibilità, sopratutto nella ristorazione e nell’informatica. Ovviamente bisogna conoscere la lingua e darsi da fare. Non è di certo, come molte persone credono, che uno viene qui e trova tutto subito in uno schiocco di dita.

Per quanto riguarda le opportunità lavorative come Educatore negli asili nido, le opportunità non mancano ma la situazione è un pò complicata perché solo ora stanno cercando di cambiare la figura degli educatori dell’infanzia quindi in molti asili nido molte persone dello staff non possiedono una laurea ma hanno semplicemente fatto un corso di qualche mese e, molto spesso, il lavoro non si ferma solo a quello da educatore ma anche da addetto alle pulizie e la paga, a differenza di altre professioni, è davvero molto bassa.

In generale, la vita è abbastanza tranquilla e c’è gente che arriva da ogni parte del mondo. E’ facile fare incontri divertenti!

Per quanto riguarda gli irlandesi, devo dire che sono abbastanza aperti e disponibili ma può essere dura farci amicizia… Almeno secondo la mia esperienza personale è stato più facile fare amicizia con gli spagnoli, oltre ovviamente che con altri Italiani.

 

4) Pregi e difetti della vita irlandese?

In generale, dal mio punto di vista, in Irlanda non si vive male. Ci sono molti eventi, vari locali e cose da vedere, anche se Dublino di certo non è Londra (e dal mio punto di vista è un pregio).

E mi piace davvero molto uscire e magari ritrovarsi a parlare casualmente e tranquillamente con qualcuno! Le persone, in linea di massima, sono curiose e aperte verso il prossimo e questo consente di fare incontri che difficilmente si possono scordare.

Poi è un paese molto bello, affascinante ed è pieno di parchi molto belli! Sicuramente è un luogo adatto a chi ama il verde della natura!

Per quanto riguarda i difetti, la cosa peggiore sicuramente sono gli affitti!

Sono davvero molto alti a causa della grande richiesta e trovare una stanza a Dublino non è di certo facile. C’è troppa gente e ci sono poche case! Metà del mio stipendio è speso in affitto ed è davvero dura risparmiare qualcosa.

Poi vabbè, si sa che il clima non è il pezzo forte dell’Irlanda! Di sicuro non è come in Italia (e io che vengo dalla Sardegna sicuramente ne ho risentito parecchio) ma alla fine è un clima abbastanza mite e sono riuscita ad abituarmi. In ogni caso trovo l’Irlanda bellissima!



5) Ti manca l’Italia ?

Più che l’Italia mi mancano i luoghi in cui sono cresciuta e, sopratutto, la mia famiglia.
Mi mancano alcuni profumi, i cibi, i panorami che ho sempre avuto a disposizione durante la maggior parte della mia vita.

Quella per me sarà sempre “Casa”. Delle volte è davvero molto dura e vorrei lasciare tutto per tornare ma non credo che per me, al momento, ci sia un futuro in Italia.

 

6) Progetti futuri

Questa domanda è davvero difficile! Credo che smetterò di lavorare negli asili nido e forse proseguirò a lavorare come educatrice con i bambini disabili. Ma non lo so ancora con certezza.

Forse un giorno avrò il coraggio di aprire la mia attività per lavorare in natura con i bambini e gli animali qui in Irlanda. Chissà …



Conclusioni

Ringraziamo di cuore Alessandra per le belle parole che ci ha regalato e vi invitiamo a farci sapere la vostra opinione in merito ad un’esperienza all’estero. Dublino, l’Irlanda sono sicuramente luoghi dove la comunità italiana si è sempre ben ambientata nel corso degli anni, a patto di resistere al clima e alla pioggia. Se il meteo non è un problema, allora buon viaggio 🙂

Alla prossima!

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome